Gruppo A (5/13/2009):

In Seduta:

Scena Uno:

Padre: Ciao, Mamma! Eccomi! Ho fame! Dov’é la cena?
Madre: Che cena!? Tu sei in ritardo troppo volte!
Padre: Ho fame, mamma! Dov’é la mia cena??!! E per favore…non litiga con me mamma!
Madre: Non sono. Hai dimenticato che noi abbiamo un appuntamento con la dottoressa Graziella.
Padre: Stasera??


Intro:

Questo gruppo consiste di Paula Lancaster, Leo Jacques, and Kelly Smith. La nostra presentazione sarà una vignetta sui genitori che litigano per il loro figlio. Il padre vuole che il figlio lasci la casa, ma la madre, piú tradizionale, vuole che lui rimanga alla casa. (Io) Dottoressa Graziella consiglia i genitori con la loro decisione:

Scena Due:

Padre: Perché passiamo un’ altra sera con la dottoressa?
Madre: Perché, non sei mai a casa, sei sempre con i tuoi amici al bar o alle partite di calcio. Pensi che tu sia invisibile?
Padre: Che cosa? Mi dispiace cara mia, ha detto qualcosa?
Madre: Non mi ascolti mai. Ti ho detto che tu non sei mai a casa. Sei sempre con i tuoi amici.
Padre: Sembra che non ci sia un posto per me alla casa, con tuo figlio, idiota sempre lì..
Madre: Nostro figlio, idiota! Voglio dire soltano, nostro figlio.
Graziella: Il mio apputamento delle diciassette é qui. Per amor di dio! Ecco sono il Signor e la Signora Salvati. Probabilmente, parleranno di Barrisimo di nuovo. Questo sara’ interessante…ancora… Buona sera Ludovico e Michela. Come vi posso aiutare stasera?
Padre: Lui é abbastanza grande per andare via nel mondo, mamma!
Madre: Lui é giovane… ha solo trentatre anni. Lui ha bisogno del mio aiuto!
Padre: Che? Lui ha bisogno di lasciare la casa. Deve andare al lavoro. Deve pagare i suoi conti. Deve comprare il suo cibo e guidare la sua macchina, e…
Madre: Ma, é il mio bambino! Non può abitare da solo. Non sa cuocere, non sa fare il bucato.
Padre: Poi, può mangiare salami e formaggio, e stare nudo!
Madre: Sei cattivo! Perché, sei così cattivo? Tu non ci ami piu’!
Padre: CATTIVO, CATTIVO, questo BAMBINO deve avere una moglie e deve insegnare i suoi figli a crescere.
Madre: Se tu senti così, allora io and lui andiamo via...
Padre: Ciao, mamma!
Graziella: Michela, di che cosa sei preoccupata? Hai paura che non puoi avere un rapporto intimo con il tuo figlio?…
Madre: Se mio figlio lasciasse la casa, sarei da sola a casa con lui! (Punta a Padre)
Padre: LUI? LUI?
Graziella: Basta! Basta! Smettila! Avete bisogno di ascoltarvi. Ludovico, Michela ha paura che se tuo figlio non rimanga a casa non lo vedrebbe mai. E Michela, Ludovico vuole passare tempo solamente con te. Lui vuole ancora che vostro figlio sia felice. Michela, guarda tuo marito. Non c’e’ male. Tuo figlio, Barrisimo, che ami cosi tanto, ha gli occhi gentili di suo padre.
Madre e Padre (insieme): CHE?
Padre: Ah! Barrisimo?? Sei fortunato! Mio figlio ha conquistato una dottoressa ricca!
(Graziella va alla porta, e Barrisimo entra)
Barrisimo: Mamma e papa, questa é la mia fidanzata.
Graciella: Non pensate di perdere un figlio, ma guadagnate una figlia. Vengo ad abitare con voi alle fine del mese.
Madre: Come può rompere il cuore di tua madre?
Padre: Mamma, non ti preoccupare di lei, va tutto bene. Graziella, benvenuta alla famiglia. Troverete una casa di proprio presto? Non é vero?
(La Fine.)

Phrases to put on the board:
mammone = mommy’s boy
fare il bucato = do the washing (clothes)

Smettila! = Stop it!